Login

Il Consiglio Pastorale

IL CONSIGLIO PASTORALE PARROCHIALE è un servizio per tutta la comunità.

La PARROCCHIA “N.S. Assunta” di Ovada, insieme a quella di “N.S. della Neve di Costa, coincide con il territorio del Comune di Ovada e conta circa 11.800 abitanti.

Essa fa parte della Diocesi di Acqui.

E’ distinta pastoralmente in due comunità (Assunta e S. Paolo della Croce) a cui si aggiungono le frazioni di Costa (che giuridicamente è Parrocchia a se stante), di GrillanoGuardia e di S. Lorenzo. Nella sua globalità è ricca di espressioni ecclesiali di vario genere e finalità (associazioni, gruppi, iniziative religiose e sociali).

La parrocchia è una comunità di fedeli che ha la missione di annunciare la Parola di Dio e formare alla fede i suoi componenti; celebrare i sacramenti di salvezza ed esprimere il culto a Dio nella liturgia e nelle diverse forme di preghiera; testimoniare la carità attraverso l’amore e l’unione fraterna, il servizio ai fratelli, specialmente ai più deboli.

La parrocchia è affidata alla cura pastorale del parroco quale rappresentante del vescovo nella comunità, ma ogni cristiano in virtù del Battesimo e della Cresima è chiamato a collaborare per la sua parte affinché la parrocchia possa esercitare pienamente la sua missione.

IL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

Per favorire e rappresentare la collaborazione di tutti alla missione della parrocchia, l’attuale ordinamento ecclesiale prevede la presenza del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Esso è un organismo presieduto dal parroco e composto dai rappresentanti dei religiosi, delle religiose e delle diverse componenti ecclesiali della parrocchia (associazioni e vari settori di impegno). Inoltre, poiché la parrocchia di Ovada si estende su un territorio vasto e diversificato, il Consiglio Pastorale deve anche essere rappresentativo dei diversi quartieri e frazioni.

Esso ha la durata di cinque anni, dopo di ché viene rinnovato.

Questo organismo aiuta i sacerdoti nella conduzione pastorale della parrocchia per:

* far crescere la comunione e la fraternità;

* promuovere un’attività pastorale più unitaria;

* attuare le linee pastorali diocesane, adattandole alle esigenze della comunità locale;

* individuare eventuali difficoltà, problemi, esigenze e trovare le soluzioni;

tutto ciò perché il Vangelo di Gesù Cristo si incarni in ciascuno e in tutti, e si attui così il regno di Dio.

L’attuale consiglio pastorale parrocchiale è in carica dal settembre del 2013 con validità di 5 anni ed è composto da 25 membri:

3 sacerdoti della parrocchia, 1 rappresentante dei religiosi, 2rappresentanti delle religiose, 4 rappresentanti della comunità Assunta, 4 rappresentanti della comunità S. Paolo della Croce, 1 rappresentante della Parrocchia di N.S. della Neve di Costa; 1 rappresentante della frazione di S. Lorenzo;  1 rappresentante delle frazioni Grillano/Guardia, 1 rappresentante della zona del Borgo/Cappellette; 1 rappresentante del quartiere Fornace, 1 rappresentante della Caritas parrocchiale, 1 rappresentante per ciascuna associazione ecclesiale (AVULSS, AGESCI, Azione Cattolica, S. Vincenzo), 1 rappresentante delle Confraternite, 1 rappresentante delle scuole cattoliche.

Il lavoro che svolge per la parrocchia può essere sintetizzato in questi punti:

* è occasione e strumento di comunione tra le diverse comunità, associazioni, gruppi presenti nella parrocchia, con l’obiettivo di esprimere maggiore unità e collaborazione.

* promuove incontri “aperti” alla comunità intera, alle istituzioni, alle associazioni di categoria del territorio, agli insegnanti per trattare temi di interesse generale.

* organizza e anima momenti significativi per la comunità.

* fa proprie le indicazioni pastorali della diocesi proposte dal Vescovo nelle sue lettere pastorali, e più in generale della Chiesa italiana, cercando di concretizzarle e di confrontarle con la situazione locale.

* esamina gli argomenti e le proposte scaturite dai Convegni Nazionali Ecclesiali tra cui per ultimo quello tenutosi a Verona nell’ottobre del 2006 sul tema “Testimoni di Cristo risorto, speranza del mondo”.

* coinvolge la comunità parrocchiale con indagini, questionari sui vari argomenti trattati, dai quali è emersa la situazione e sono giunti suggerimenti e proposte.

* delibera relativamente agli indirizzi pastorali della parrocchia (catechesi di Avvento e di Quaresima, ritiri spirituali, orari delle celebrazioni liturgiche, ecc.).

Tutta la comunità ecclesiale deve sentirsi impegnata nella preghiera e coinvolta nell’interessamento e nella collaborazione, affinché il cammino della Parrocchia e la realizzazione della sua missione si svolgano secondo il Vangelo, per la salvezza e il bene di tutti, come un vero cammino di Chiesa, in cui ciascuno collabora per la sua parte e in cui l’apporto di tutti è necessario.

Per tutti coloro che volessero tenersi informati sugli argomenti trattati nelle varie riunioni e le relative decisione prese, è sufficiente selezionare il verbale interessato:

VERBALE DI GIUGNO 2011

VERBALE DI SETTEMBRE 2011

VERBALE DI DICEMBRE 2011

VERBALE DI FEBBRAIO 2012

VERBALE DI MARZO 2012

VERBALE DI GIUGNO 2012 

VERBALE DI SETTEMBRE 2012 

VERBALE DI NOVEMBRE 2012

VERBALE DI GENNAIO 2013 

VERBALE DI APRILE 2013

VERBALE DI GIUGNO 2013 

VERBALE DI OTTOBRE 2013

VERBALE DI NOVEMBRE 2013

VERBALE GENNAIO 2014

VERBALE MARZO 2014

VERBALE GIUGNO 2014

VERBALE OTTOBRE 2014

VERBALE DICEMBRE 2014

VERBALE GENNAIO 2015

VERBALE DI MARZO 2015

VERBALE DI GIUGNO 2015

VERBALE DI SETTEMBRE 2015

VERBALE DI OTTOBRE 2015

VERBALE DI NOVEMBRE 2015

VERBALE DI FEBBRAIO 2016

VERBALE DI APRILE 2016

VERBALE DI GIUGNO 2016

VERBALE DI OTTOBRE 2016

VERBALE DI DICEMBRE 2016

VERBALE DI GENNAIO 2017

VERBALE DI APRILE 2017

VERBALE DI APRILE 2017 (straordinario)

VERBALE DI MAGGIO 2017 (straordinario)

VERBALE DI GIUGNO 2017